NEWS

Tutti i Bonus casa ed edilizia 2022

Oggi vediamo quali sono le novità in materia di bonus casa ed edilizia riconfermati dalla Legge di Bilancio anche per il 2022. In alcuni casi sono cambiate le regole, soprattutto per arginare il rischio frodi, per altri sono state introdotte semplificazioni.
bonus casa 2022

Modifiche importanti, ad esempio, interessano il Superbonus 110%, il bonus facciate e il bonus mobili, mentre il Sismabonus ed il Bonus Ristrutturazioni sono stati prorogati senza variazioni rispetto al 2021. Ma vediamo più nel dettaglio quali lavori potranno essere agevolati quest’anno e in quali modalità.

Superbonus 110%

Dopo settimane di trattative la Legge di Bilancio ha sancito l’accordo sulla proroga del Superbonus 110%. Queste in sintesi le novità:

Per le abitazioni unifamiliari, ville e villette,  il Superbonus 110% è prorogato fino al 31 dicembre 2022, senza nessun vincolo di tetto Isee del reddito. Per avere accesso al Superbonus 110% sarà necessario alla data del 30 giugno 2022 aver eseguito almeno il 30% dei lavori, e non più il 60%. La proroga varrà per tutte le prime e seconde case, senza più un limite vincolato alle sole abitazioni principali.

Per i condòmini e per gli immobili da 2 a 4 unità posseduti da un unico proprietario, il bonus sarà del 110% fino al 2023, poi scenderà al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.
Queste scadenze valgono anche nel caso in cui si realizzino lavori di demolizione e ricostruzione di edifici.

Bonus Facciate

La legge di bilancio ha esteso la proroga fino al 31 dicembre anche per il bonus facciate. La detrazione però scende dal 90% al 60% per il 2022.
Tuttavia, chi ha versato entro il 31 dicembre un acconto del 10% all’impresa incaricata dei lavori, e ha presentato l’asseverazione e il visto di conformità, può lo stesso ottenere il rimborso del 90% delle spese sostenute. Attenzione però, perchè l’Agenzia delle Entrate ha chiarito in modo netto che se i lavori non vengono effettuati e l’impresa si dimostra inadempiente il bonus si perde.

Bonus mobili ed elettrodomestici

Confermato anche il bonus mobili 2022, con proroga triennale fino al 2024. Si tratta in questo caso di una detrazione Irpef del 50% (non sono previste altre forme di rimborso) per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi, utilizzati per arredare gli immobili oggetto di lavori di ristrutturazione. Ma con una sorpresa anche qui non esattamente piacevole: il tetto massimo di spesa scende a 10.000 euro per il 2022 e a 5.000 euro per gli anni 2023 e 2024, mentre per il 2021 il tetto era pari a 16.000 euro.

Bonus ristrutturazione edilizia

Il bonus del 50% – sotto forma di detrazione fiscale, ma anche di sconto in fattura e cessione del credito – per i lavori di ristrutturazione edilizia è prorogato fino al 31 dicembre 2024 senza variazioni. Restano dunque confermati il tetto di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare e tutte le altre condizioni e adempimenti.

Ricordiamo che il bonus ristrutturazione prevede inoltre una detrazione Irpef, entro l’importo massimo di 96.000 euro, anche per chi acquista immobili ristrutturati. La detrazione in questo caso è calcolata su un importo forfettario, pari al 25% del prezzo di vendita dell’abitazione.

Sismabonus 2022

Anche il Sismabonus è stato prorogato dalla legge di Bilancio fino al 31 dicembre 2024, senza sostanziali modifiche. Si tratta dell’agevolazione fiscale per tutti i lavori di adeguamento antisismico, che prevede la detrazione di una parte delle spese sostenute dalla dichiarazione dei redditi, in misura variabile in base al tipo di intervento: dal 50% all’80%, fino all’85% per i condòmini. Per il sismabonus, è possibile optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito al posto della detrazione Irpef.

Bonus Verde

Proroga senza variazioni fino al 2024 anche per il bonus Verde: si tratta di una detrazione fiscale del 36% delle spese sostenute per i lavori di rifacimento di giardini, spazi verdi, balconi e terrazzi, condominiali e privati.  Il limite massimo dell’importo detraibile è di 5.000 euro, quindi potranno essere recuperati nella dichiarazione dei redditi fino a 1.800 euro per ciascun immobile in cui vengono effettuati i lavori.

Bonus Casa under 36

Proroga anche per il bonus prima casa, di cui avevamo parlato in questo articolo. Con questa agevolazione dedicata ai giovani under 36 lo Stato si fa garante dell’80% della quota capitale del mutuo necessario all’acquisto della prima casa, incentivando quindi l’accesso ai mutui da parte dei più giovani e stimolando le compravendite immobiliari.

Bonus acqua potabile e bonus idrico

Tra i bonus casa 2022 possiamo elencare anche il bonus idrico ed il bonus acqua potabile.

Il primo permette di ottenere un rimborso in denaro fino a € 1.000  per le spese relative alla sostituzione di rubinetti e sanitari con apparecchi di nuova generazione, a scarico ridotto e flusso limitato.

Il secondo permette invece di ottenere un rimborso del 50% – sottoforma di credito d’imposta – fino ad un massimo di € 500, per le spese sostenute per la razionalizzazione del consumo dell’acqua potabile e la diminuzione del consumo di plastica. Parliamo quindi di spese per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio; mineralizzazione; raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare

Bonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Non si tratta di una proroga ma di una novità a tutti gli effetti: è infatti in vigore dal 1° gennaio il bonus del 75% per interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici preesistenti. Il bonus è fruibile sotto forma di detrazione in 5 rate annuali oppure, anche in questo caso, attraverso le opzioni di sconto in fattura e cessione del credito.
 

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email

Ti può interessare anche:

tendenze per arredare casa
news

6 Tendenze di design per arredare casa nel 2022

Quali saranno i trends e gli stili più popolari dei prossimi mesi per arredare casa? Airbnb e Tiktok hanno cercato di rispondere a questa domanda stilando una lista delle parole chiave più usate dalle proprie community.

Read More »
registrazione contratto di affitto
news

La registrazione del contratto di affitto

Nel precedente articolo abbiamo visto nel dettaglio i diversi tipi di contratto di locazione. Oggi continuiamo ad esplorare il mondo degli affitti, approfondendo il tema della registrazione del contratto.

Read More »

© 2020-2021 All rights reserved​ - Nobili Proposte Immobiliari - P.IVA 01409900428

error: Il contenuto di questo sito è protetto