NEWS

Con il modello RLI rinegoziare il canone di affitto è più semplice!

Il chiarimento dell'Agenzia dell'Entrate. Inoltre con il modello RLI, la procedura ora è più semplice.
riduzione canone di affitto

Rinegoziare il contratto di affitto ora è più semplice e si può fare via web, tramite il modello RLI disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate: questa nuova procedura è stata messa appunto durante i mesi dell’emergenza COVID proprio per rispondere alla crescente domanda di rinegoziazione dei canoni di locazione, per la stragrande maggioranza al ribasso, senza doversi recare allo sportello.

Con il comunicato stampa del 3 luglio scorso, inoltre, l’Agenzia ha chiarito che in caso di riduzione del canone, la registrazione della rinegoziazione è esente dalle imposte di bollo e registro. Ciò non si applica invece in caso di aumento del canone, che resta soggetto a tassazione.

Sia in caso di riduzione che di aumento, l’accordo di rinegoziazione va registrato entro 20 giorni: fino al 31 agosto è in vigore un periodo di transizione durante il quale è possibile scegliere se farlo tramite il modello RLI oppure come di consueto tramite modello 69 da presentare in versione cartacea presso uno degli sportelli dell’Agenzia. A partire dal 1° settembre, invece, l’unica modalità sarà la via telematica del RLI.

Al link qui sotto trovi tutte le istruzioni ed il modello RLI, da utilizzare sia in caso di nuovo contratto di locazione che di rinegoziazione dello stesso

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/fabbricatiterreni/registrazione-di-un-nuovo-contratto/modello_istruzioni-regime-ordinario

CONDIVIDI QUESTO POST

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
error: Il contenuto di questo sito è protetto